public/

Obbligo defibrillatori per sport dilettantistici

Il Ministero della Salute lo ha twittato: dall'1 luglio tutte le società sportive dilettantistiche devono essere in regola con il possesso di un defibrillatore semiautomatico e, negli eventi sportivi, ci dev'essere una persona formata e capace ad utilizzarlo.

In occasione delle gare organizzate "in casa" o da altre società sportive sul loro impianto, o di competizioni organizzate dagli enti di promozione sportiva, anche le 110 mila società dilettantistiche dovranno sincerarsi che il defibrillatore sia al suo posto e ci sia personale che abbia seguito un corso di rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione. Ove manchi uno dei due presupposti citati, le gare non sono effettuabili. Si fa eccezione alla regola del defibrillatore per sport a basso impegno fisico come bocce, biliardo, pesca sportiva, sport di tiro, pesca, giochi da tavolo (carte, scacchi etc).

In altre parole, non ci saranno ulteriori ritardi o deroghe rispetto a quanto previsto dalla legge Balduzzi 189 del 2012.

Info notizia

30 giugno 2017

Altre di Salute

27 febbario 2019

Verso la capsula d'insulina

16 maggio 2017

13-21 Maggio: Settimana Nazionale della Celiachia

05 giugno 2017

Il caffè