public/

La Scommessa, Mastrolonardo a "Incontri in libreria"

Continua la kermesse culturale “Incontri in libreria”, promossa dall'associazione "Vivere d'Arte Eventi" in collaborazione con il Mondadori Point, e giunta ormai al suo settimo appuntamento. Ospite della serata di domenica 11 marzo è stato l’autore barese Raffaello Mastrolonardo.

Lo scrittore è ben noto nel panorama locale, ma non solo; il suo romanzo d’esordio, infatti, “Lettera a Leontine”(2010) ha riscosso un grandissimo successo e conosciuto traduzioni in Serbia, Spagna e Turchia. L’autore si era ripromesso di dedicarsi ad una narrazione completamente diversa, ma il genere romanzesco torna a sedurlo. “Con tali premesse nasce ‘La scommessa- per gioco o per destino’” ha spiegato l’autore, incalzato dalle domande di Margherita Tinelli, co-direttrice di Mondadori Point: “Il titolo si richiama al testo del rinomato filosofo francese Blaise Pascal, ma ne esclude le componenti religiose”. La storia narra della “conversione” di Gian Lorenzo Manfredi, meglio noto come Maestrale, padre di famiglia con il vizio del tradimento. Una personalità talmente gelida da rispondere a pieno alla professione raziocinante di architetto.  Il suo temperamento inizialmente proteso al risultato nudo e crudo, non contempla qualsiasi tipo di “divagazione” estranea a questa logica, come potrebbe essere l’amore. Si ostina a mostrare orgoglioso la sua anima fedifraga e indefessa, fin quando non incontra Miriam Vettori. L’amore per la donna, trascina il più vile degli amanti in un turbinio di emozioni. Galeotta fu la ristrutturazione di un immobile affidata dai Vettori alla sovrintendenza di Maestrale; nella fattispecie, si tratta di un antico casale pugliese, ribattezzato emblematicamente “La ginestra”, con riferimento ai valori di resistenza che caratterizzeranno l’evolversi del sentimento. La prosa schietta ed evocativa, sembra offrire ampi spazi di immedesimazione ai lettori. Il personaggio di Maestrale così moralmente deplorevole, finisce con l’esercitare un fascino non trascurabile.

“Paradossalmente è uno dei personaggi più apprezzati dalle mie lettrici” ha dichiarato l’autore. Vera peculiarità del testo, la presenza di luoghi ben riconoscibili nel territorio locale, ciascuno tratteggiato con minuzia di particolari. Un inno tanto alla nostra terra, quanto all’amore, quale passione spesso irragionevole che travolge irrimediabilmente la monotonia del quotidiano. L’autore ben disposto a dialogare con il pubblico, ha anticipato l’uscita del suo terzo romanzo, prevista per l'autunno prossimo.

Info notizia

Altre di cultura

19 settembre 2018

Turi presenta "Pane e Melograno", inno al Meridione

14 settembre 2018

BarsentoArte: Pane e melograno del pittore Stefano Turi

14 settembre 2018

Noci e gli Archivi di Napoli svelati da Pasquale Gentile

Commenta questa notizia



Weekly News

Qidea srl Editore

p.iva 07543340728
via Cesare Battisti, 43 - 70015 Noci (BA)
Registrato presso il tribunale di Bari al n. 356 del 10/12/1968
Direttore responsabile: Nicola Simonetti

NOCI gazzettino

Redazione
Largo Garibaldi, 1 - 70015 Noci (BA)
tel. +39 080 4979274 | info@nocigazzettino.it
Contatti | Archivio