public/

X edizione del Manichino d’oro: al via le iscrizioni

L’Accademia Nazionale dei Sartori e la Confartigianto di Noci promuovono la X edizione del concorso Manichino d’Oro dedicato alla sartoria femminile. Tale concorso è finalizzato alla selezione di un candidato o candidata, a livello regionale, che parteciperà al Concorso Nazionale che si svolgerà a Firenze. L’Accademia Nazionale dei Sartori, istituisce ed organizza il concorso nazionale “Manichino d’Oro” dedicato alla sartoria femminile, dal 2001 con cadenza biennale. Il concorso vuole coniugare l’alta capacità artistica sartoriale e modellistica con l’estro creativo, espressione dell’alto valore artigianale e della capacità artistica del Made in Italy. Il concorso è rivolto a tutti i sarti (di ambo i sessi) che non abbiano superato il quarantesimo anno d’età nel corso dell’anno solare precedente la data del concorso ed essere cittadini italiani operanti sul territorio nazionale.

L’iscrizione al concorso non prevede alcuna spesa e la domanda di partecipazione, redatta in carta semplice, dovrà essere spedita al Delegato Regionale dell’Accademia Nazionale dei Sartori della regione di residenza del candidato, oppure direttamente presso la Segreteria dell’Accademia Nazionale dei Sartori, via Boncompagni, 93 – 00187 Roma entro e non oltre il 19 aprile 2019. Nella domanda, oltre ai dati personali, indirizzo e recapito telefonico, dovrà essere allegato un breve curriculum contenente informazioni sulle proprie esperienze professionali e/o di studio. Sono esclusi dal concorso gli stilisti che non sono in grado di tagliare e cucire un capo d’abbigliamento.

Chi intende partecipare, dalla Puglia, può rivolgersi al sarto Mario Pastore, delegato regionale dell'Accademia Nazionale dei Sartori, oppure presso la sede della Confartigianato Noci scrivendo agli indirizzi di posta elettronica confartigianato.noci@gmail.com sartoria.pastrore@gmail.com o telefonando ai numeri 080 4978846 e 380 7382919.

Info notizia

Altre di comunità

24 aprile 2019

Misure anti Xylella fastidiosa

20 aprile 2019

La Via Crucis con il Cristo di Casaboli

Commenta questa notizia