public/

EGO International, sempre più clienti per le imprese agroalimentari

Sono molto positive le opinioni riguardo ai risultati dell’economia pugliese all’estero, specialmente per quanto riguarda il settore agroalimentare: migliorano le vendite oltreconfine, con l’export che diventa una via di crescita importante per le aziende più intraprendenti del territorio. Le opinioni e le recensioni della Coldiretti sui dati Istat parlano di un +26,9% di fatturato per le imprese impegnate nell’ortofrutta maturato nel primo trimestre dell’anno. Un trend che viene commentato anche da EGO International, compagnia attiva nel settore della vendita all’estero e della consulenza per l’internazionalizzazione, che ha spesso evidenziato i punti di forza dell’offerta Made in Puglia. Risultati che naturalmente coinvolgono anche Noci, una piccola eccellenza economica nel contesto pugliese: le imprese attive sul territorio sono infatti famose per un’offerta capace di garantire a clienti e consumatori prodotti di qualità e completamente Made in Italy. Si pensi ai prodotti caseari, punta di diamante della produzione nocese, grazie anche a denominazioni come la mozzarella “treccina”, che si inseriscono alla perfezione nell’offerta nazionale: un vero e proprio patrimonio, frutto di una lunga tradizione e dell’impegno dei caseifici locali, oggi sempre più apprezzato anche all’estero. Lo sottolinea EGOInternational nelle sue recensioni online (qui il sito web ufficiale): in passato, l’export di formaggi Made in Italy ha conosciuto volumi di crescita percentuale doppi rispetto al resto dell’agroalimentare, grazie anche alla ben nota qualità dei prodotti. Risultati che stando alle opinioni e alle stime condivise da EGO International fanno dell’Italia il quarto esportatore di formaggi al mondo.

EGO International opinioni e pareri sull’export della Puglia

Il trend positivo conosciuto dalle imprese pugliesi che hanno creduto nell’internazionalizzazione coinvolge l’intero comparto agroalimentare. A indicare la crescita dei prodotti regionali venduti ai clienti oltre confine, le stime di EGO International: prodotti agricoli e settore food&beverage occupano il podio delle esportazioni Made in Puglia, seguiti da mezzi di trasporto, farmaceutica e meccanica strumentale. Vera forza dell’offerta, secondo le opinioni degli osservatori, i prodotti che possono godere di importanti certificazioni di qualità: dieci i prodotti DOP (Denominazione Origine Protetta), cinque IGP (Indicazione Geografica Protetta), oltre duecento i prodotti agroalimentari tradizionali riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole.

L’importanza della produzione vitivinicola secondo le recensioni di EGO International

Una posizione di particolare rilievo, in tal senso, è quella occupata dai vini, con la regione che può vantare 4 etichette DOCG, 6 IGT e 29 DOP. La buona qualità, unita all’intraprendenza delle cantine pugliesi, sempre presenti nelle fiere nazionali e internazionali per presentare i propri prodotti a clienti e compratori stranieri, ha certamente pagato: secondo le recensioni di EGOInternational, il mercato vitivinicolo locale ha conosciuto un trend positivo per quanto riguarda il valore totale delle esportazioni: rosati, rossi e spumanti, in particolare, rappresentano vere e proprie eccellenze, capaci di portare a una crescita delle vendite del 40% in soli tre anni. I numeri e le recensioni sull’export agroalimentare danno quindi ragione agli imprenditori che negli ultimi anni hanno voluto crescere sfruttando la buona richiesta di prodotti Made in Italy nei mercati stranieri. Risultati che confermano le buone capacità delle aziende del territorio, e che incoraggiano all’internazionalizzazione un numero sempre maggiore di PMI locali.

Info notizia

04 settembre 2019

Altre di economia

09 settembre 2019

Moda: l'autunno/inverno con Francesca De Andrè

10 agosto 2019

Callegari inaugura "Sforno"

06 agosto 2019

Il ministro Lezzi visita il caseificio Deliziosa

Commenta questa notizia