public/

Allucinazioni: sintomi o capacità... di Maria Quarato

E' in uscita il settimo libro, della collana "T'inSEGNO" dè la Fabbrica dei Segni, dal titolo "Allucinazioni: sintomi o capacità?". Autrice la nostra concittadina Maria Quarato che come ha spesso affermato deve molto agli insegnamenti di Alessandro Salvini, che da venti anni studia le allucinazioni e gli uditori di voci.

In questo lavoro narrativo, l’autrice, migrante a Vienna, psicologa clinica e psicoterapeuta, dopo più di dieci anni di ricerca sul tema delle allucinazioni uditive, decide di raccontare a tutti, con un linguaggio semplice ed uno stile accattivante, quello che ha visto e udito nel suo salotto terapeutico, nel quale ha accolto ed aiutato persone che sentono le voci a comprendere come viversi questo fenomeno che può apparire, ai non esperti, un fenomeno insolito e complicato da gestire. L’autrice racconta di tutti gli errori a suo parere commessi dalla psichiatria e offre soluzioni per fronteggiare problematiche che possono diventare vere “condanne a morte” se affidate a mani e orecchie impreparate che non sanno ascoltare il complesso modo di pensare delle persone che sentono le voci.

"La lettura della Quarato è trainante e scorre come l'acqua di un torrente. Il libro utilizza lo stile della divulgazione e attraverso racconti di storie vere dice cose nuove, quindi non è divulgativo, è semplicemente intelligente. Se riesci a raccontare idee complesse in modo semplice, vuol dire che quelle idee le hai davvero molto chiare" scrive Marco Vinicio Masoni.

Il libro di Maria Quarato verrà presentato oggi 26 novembre, alle ore 19:30, presso il Walden Milano (in via Vetere,14). Introduce Marco Vinicio Masoni e dialoga con l'autrice Lorenza Ronzano.

 

Photogallery

clic x zoom

Info notizia

26 novembre 2019

Altre di cultura

23 maggio 2020

Il 150° anniversario della morte di Saverio Mercadante al tempo del Covid-19

22 maggio 2020

25 maggio: Riapre parzialmente la Biblioteca Comunale

15 maggio 2020

Nocicinema torna con una versione di "TagliaCorto" tutta social

Commenta questa notizia