public/

Improvvisa impennata di contagi a Noci. 54 "positivi"

Come temuto nei giorni scorsi, visto anche il Bollettino epidemiologico della Regione Puglia che ci vedeva costantemente sopra quota 50 contagi, questa sera il sindaco Nisi, attraverso la propria pagina Facebook, ha comunicato che sono 54 i nocesi attualmente "positivi" e 41 sono in regime di sorveglianza e isolamento (19 sono in attesa di effettuare tampone o del suo esito).

Di seguito la nota stampa.

_____________________

Buona sera a tutti.

Sono 54 le persone attualmente positive al Covid-19 a Noci, di cui 7 presso la casa di riposo Giovanni XXIII in Alberobello. Inoltre ci sono 41 concittadini attualmente in regime di sorveglianza e isolamento. Di questi ultimi 19 sono in attesa di effettuare tampone o del suo esito.

Inoltre, stamattina, a scopo preventivo, sono stati sottoposti a tampone tutti gli ospiti e il personale della RSA “La Ninfea” di Noci. All’interno della struttura si è rilevata, nella serata di ieri, la positività di un ospite che da 15 giorni era in regime di isolamento, come previsto dai protocolli sanitari, a seguito del suo rientro in struttura dopo un periodo di ricovero per motivi diversi dal Covid. Ringrazio sentitamente i medici e gli operatori del Dipartimento di Prevenzione che immediatamente si sono attivati per mettere in atto le attività previste. Agli ospiti e agli operatori che da ieri, ininterrottamente, stanno operando all’interno della struttura, la mia vicinanza e quella di tutti noi.

Rinnovo, ancora una volta, l’appello ad avere la massima attenzione, a rispettare le regole impartite, a non sottovalutare nessuna delle indicazioni che vengono quotidianamente date. Inoltre, ancora, invito chi è in attesa dell’esito del tampone ad osservare, nel proprio nucleo familiare, la massima cautela.  Stessa cautela, responsabilità e attenzione devono avere gli stessi componenti del nucleo familiare interessato. Stiamo registrando tanti contagi in ambito intrafamiliare.

Devo rilevare che in termini assoluti la nostra comunità, in rapporto alla popolazione, registra un numero di casi inferiore rispetto ad altre comunità. Questo dato, da nessuno, può essere interpretato come fatto rassicurante. I numeri dicono che negli ultimi giorni i casi a Noci sono aumentati in modo significativo e il numero delle persone in attesa di tampone ci dice che possono ancora crescere.

Come già preannunciato, a partire da Lunedì 23 novembre, partirà l’attività di screening mediante esecuzione di tampone rapido antigenico. Domani, con apposito comunicato, saranno fornite tutte le indicazioni utili.

Auguro a tutti una buona serata.

Info notizia

21 novembre 2020

Altre di comunità

04 dicembre 2020

Dopo il nuovo DPCM, Nisi apre le attività commerciali anche la domenica

04 dicembre 2020

Rotaract: Cultura della sicurezza stradale. Online il 5 dicembre

04 dicembre 2020

P.r.e.s.s. e il sostegno alla raccolta solidale

Commenta questa notizia