public/

Una nuova veste per la Stazione ferroviaria

È stata una lunga ma proficua interlocuzione quella durata circa due anni tra l’Amministrazione Comunale e Ferrovie del Sud Est, che si è conclusa – con somma soddisfazione – con la predisposizione di un importante progetto di complessiva rigenerazione della Stazione di Noci e delle aree circostanti.

Volendo usare una metafora, si tratta di un intervento a doppio binario. Da una parte vi è il progetto del Comune di Noci per la realizzazione di un parcheggio di interscambio – collegato con la bretella di via Kelz in fase di realizzazione – alle spalle della stazione, con la sistemazione dell’area antistante. Nelle immediate adiacenze di quest’ultima è prevista poi la realizzazione di una velostazione, il cui progetto di finanziamento è stato candidato in questi giorni nell’ambito dell’Avviso pubblico della Regione Puglia per la selezione di proposte progettuali finalizzata alla realizzazione di velostazioni all’interno o in prossimità di stazioni ferroviarie, al fine di incentivare la mobilità ciclopedonale, contribuire al miglioramento dell’accessibilità delle stazioni-nodi e garantire, da un lato la competitività e l’efficienza nei trasporti pubblici locali con l’intermodalità bici-treno e bici/bus, dall’altro la riduzione della congestione stradale e la riduzione o eliminazione del rischio di incidenti stradali, consentendo ai viaggiatori che utilizzano la bicicletta anziché l’auto, di collocare il proprio ciclo in un luogo sicuro situato in zona strategica, quale appunto la velostazione, che consente l’accesso ai mezzi del trasporto pubblico.

Dall’altra, e in funzione del primo intervento, vi è stata la decisione di FSE di includere la Stazione ferroviaria di Noci tra le 20 stazioni della Regione Puglia per le quali è prevista una integrale riqualificazione, nell’ambito degli interventi infrastrutturali che il Gruppo FS ha inaugurato già da alcuni mesi sull’intera linea, e che riguardano non solo l’elettrificazione, i binari e l’implementazione tecnologica ma anche interventi di natura sia estetica che funzionale, con l’obiettivo primario di migliorare l’accessibilità e la fruibilità degli spazi, atti a cambiare il volto di questi luoghi. Per quanto riguarda la nostra stazione, è previsto un investimento di circa 6 milioni di euro.

"Siamo davvero soddisfatti dell’esito delle interlocuzioni con FSE e del complessivo progetto di riqualificazione di un’area che, oggettivamente, necessitava di un intervento strutturale importante – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Rocco Mansueto – La nostra Stazione si appresta così a diventare un nodo di interscambio funzionale, accessibile e moderno. A completamento di questo intervento abbiamo candidato a finanziamento il progetto per la realizzazione della velostazione. Sarà cura di questa Amministrazione completare l’intervento con una riorganizzazione complessiva dello spazio antistante la stazione, nell’ottica di un miglioramento della vivibilità e di un recupero estetico e funzionale dell’area e della scalinata monumentale che la sovrasta".

"Il riposizionamento strategico del nostro territorio all’interno del distretto turistico della Valle d’Itria e della Murgia ei Trulli deve necessariamente passare attraverso l’offerta di servizi di qualità che agevolino l’arrivo e la permanenza di turisti e visitatori sul nostro territorio – aggiunge il sindaco Domenico Nisi – Non solo. Con questo intervento certamente andremo ad agevolare tutti quei nocesi che quotidianamente si spostano per esigenze di studio o lavoro e, al contrario, di coloro che dai Comuni limitrofi raggiungono Noci per i medesimi motivi. Si tratta di un altro passo importante verso il miglioramento della vivibilità degli spazi della nostra città, che sono certo i nocesi e non solo apprezzeranno".

Info notizia

15 maggio 2021

Altre di comunità

17 giugno 2021

Al via i lavori di messa in sicurezza per cinque incroci stradali urbani

17 giugno 2021

Emergenza Covid-19: 5 "positivi" e 1 persona in isolamento fiduciario

17 giugno 2021

606mila euro dalla Regione per le strade di Noci. Il commento di Nisi e Parchitelli

Commenta questa notizia